Archivio tag | italia

Il circo della vita


e come Alice nel Paese delle meraviglie , d’un tratto al morso del biscotto mi ritrovo.. braccia e gambe fuori dagli usci e ciò che mi pareva a mia misura, si restringe, con un senso di soffocamento atroce. il marinaio, la bambina, il coniglio, il guerriero, tutti i me che insieme si stringono e cercano […]

Da blogger a blogger


Ok, è una vergogna chiederlo perché si scopre la mia parte narcisistica… pazienza! Io non sono una follower di Felicedi…. e lo so che è una follia! E’ un blog pazzesco, sì, lo so, fa niente, magari un giorno.. Lei mi sta sui marroni.. Comunque dopo questa premessa demenziale, volevo sapere se voi vi ritrovate […]

In un certo senso… mi dileguo.


In un certo senso. In un certo senso è tutto così: relativo. Possiamo esprimerci ovunque, meglio in rete che in casa, ma questa bulimia di opinioni e cibo, di poker e alcolici, uscite notturne in cerca di sesso e chat che scottano… in un certo senso mi sa che il silenzio fa paura. Io lo […]

Disse la vacca al mulo…


soleva il vino annacquarsi per la tema di sprecarsi l’acqua cheta non si vede, ma coi ponti si concede. vino all’oste non si paga se di fino l’occhio guasta; vige il detto imperituro che la vacca disse al mulo: “lei laggiù dal capo duro, sa, le puzza troppo il culo.” ed il mulo alla vacca […]

Delirio estivo


Ogni perla che scorre sulla pelle tra le pieghe forma pozze calde, in un gioco di sudore rivo di epidermide cocente. Le dita a ricacciar capelli, a esser uomo già rasati, invece che giardini pensili di ciocche ormai pesanti. Le parole in testa esplodono le mani sui tasti picchiando, ma gli occhi reticenti dolgono e […]

Ah, l’arte di provarci!


Scrivere è diventato la mia eroina. Una dose quotidiana a cui non so sfuggire. Se pare che io sia mancata, in realtà mi sto dando ancora più da fare, con maggiore tenacia. Un sogno, un’illusione, una via che si percorre, non importa quanta strada, né dove porti in fondo, è l’unica che mi vada di […]

Piccolo cuore nero


Sciocco lo stolto s’intende saputo, mira lo scoglio con dito puntato, tira al bersaglio con stolido colpo, manca il traguardo con anno d’avanzo. Ride la gente del suo rossore, il gozzo si riempie di cieco furore, strilla e s’impunta pestando i piedi, guardando la folla con occhi biechi. “Arriverà il giorno che piangerete per mano […]