22 commenti

Bimba esci da questa donna! Subito!


Sono una persona ignobile, ho giudicato.

Mi spiace, perché detesto farlo, lo so che tra me e me è inevitabile farlo, ma ho giudicato pesantemente. Mi sono sentita superiore per un istante e non lo merito davvero. Ho giudicato l’operato di un’altra persona ridicolo e ho fatto un sorrisetto sprezzante!

Ho cercato blog da leggere, qui mi trovo bene e ho notato una certa differenza dalla piattaforma che conoscevo precedentemente. Ho deciso quindi di curiosare tra i blog(spot) così, allo sbando.

Tra un salto e l’altro, devo confermare la mia opinione che quella è una piattaforma per blogger che desiderano fare del proprio blog un posto personale, addobbandolo e inserendo infinite e simpatiche applicazioni (non resisto, sto ricominciando col sorrisino odioso..).

E’ più forte di me, per cui metto le mani avanti, ok? Sono io la stronza! Sono io la presuntuosa e incapace, senza gusto estetico, piena di boria da colpire il soffitto con la capoccia!

Ora posso, vero?

Non si può, donne adulte! Non si può pensare seriamente di addobbare un blog come un albero di Natale! Non è possibile, salvo scoprire poi che la ragazza che va giù’ pesante tra frizzi e lazzi è una signora in età con importanti complessi adolescenziali. Mi viene da ridere, mi spiace, mi sento così perfida, ma è ciò che penso!

Come si può essere così infantili, volutamente ingenui, ingarbugliati in campanellini, sonaglietti, brillantini e stelle cadenti?

Allora, una, di tutte queste oscenità, scegline una, lo capisco, un po’ fata, ci sta, con un po’ di gusto (adoro le fate, vero Mistral?), ma così.. è un asilo per folletti ubriachi!

Linciatemi pure, ditemene a volontà! Non capisco perché in wordpress non mi sia capitato di vedere queste cose: ognuno ha i suoi gusti e argomenti, ci sono più affinità con taluni piuttosto che altri, ma mai nulla di così circense.

Dite la verità, sono io la difficile, voi vorreste arredare il vostro blog con stelline, campanelli, brillantini come gazze ladre, ma non riuscite, vero? Mascherine!

Meglio così, davvero, va bene così.Già io non scherzo con le immagini, che adoro scartabellare per ore, fino alla cernita finale; impazzisco per la musica, ma non la voglio imporre e potrei facilmente cascare nel pacchiano volendo personalizzare, me ne frego in fondo. Perché giudicare? Per il semplice fatto che non sono riuscita a evitarlo! Troppo!

Bimbe, siamo donne, vi prego! Ok, c’è la bambina che parla in noi, nell’angolino e dobbiamo farla uscire ogni tanto… non è una possessione! Chiaro? Si può combattere, si deve resistere. Pensate alle cose acquisite con la maturazione, le sicurezza, la bellezza del corpo femminile, gli impulsi, i sogni, il senso critico, la presa di coscienza. Niente bimbe, via, sciò!

Visto? E’ stato facile. Ora la mia blogger accecata dai lustrini, metti un bel tacco, da farti male, spettina un po’ il capello, con malizia, vestiti da donna e trucca l’occhio con mano ferma, devi farne la cornice, perché il tuo sguardo mostra l’universo.

Ora gioca alla donna e divertiti!

Annunci

22 commenti su “Bimba esci da questa donna! Subito!

  1. Ah ah! Carina questa cosa dell’abboccare 😀

    Allora appena organizzo un paio di idee, ti avverto. Penso che dopo il post di Scialla e al massimo quello di Immortals (titolo originale “War od Gods”) dovrei farcela. Ci tengo moltissimo a questo film 🙂

  2. Esagererò un po’ ma trovo agghiacciante quando trovo questi blog che descrivi molto bene. Purtroppo credo che sia un problema che affligge particolarmente le italiane ma anche altri popoli simili al nostro (vedi le giapponesi ad es.).
    Purtroppo succede anche nella realtà, dove trovi mamme più ragazzine delle figlie e che vogliono competere con loro senza nemmeno sapere il perché.
    L’ignoranza c’entra moltissimo e c’entra anche una volontà di adeguarsi a tutti i costi a una presunta volontà maschile (che esiste solo in parte) che preferisce bambine a donne, temendo quest’ultime.
    A questo proposito di questo desiderio di adeguamento ai desideri altrui, ti consiglio tantissimo il film “Una moglie” con la grandissima Gena Rowlands, il titolo originale è “A woman under the influence”. E’ bellissimo, penso che ti ispirerebbe molto e ti sarebbe utile anche nella tua ricerca.

    Un caro saluto,
    Emerald

    • Emerald, hai fatto un’analisi centrata. Adoro che tu mi dia i titoli dei film, sono in procinto di guardare “L’inquilino del terzo piano” e sono già andata a controllare per questo titolo con il nostro caro Colombo ;).
      Mi piace imparare e amo il cinema come strumento, avendolo apprezzato fin dalla più tenera età, in varie forme più o meno alte (dipende dal parente). Spero che il tuo suggerimento venga colto anche da altri. Potresti fare un post col film in tema che si ricolleghi se volessi, e ci rimandiamo da un blog all’altro coi link, è un’idea.

      • Mitico Peter Falk! Qui interpreta il ruolo di un marito che non è capace di aiutare la moglie a gestire le sue emozioni e i suoi cambi d’umore: mamma mia fa una pena…! Poverino 😉

        Sarebbe bello fare un post insieme, anche perché sono mesi che voglio parlare di questo film, ma non ne trovo il modo e il tempo…
        Sai, tra film che escono al cinema, film che escono in dvd, film che danno in tv (che sono cose essenziali per garantire un po’ di visite al blog e anche agli altri film di conseguenza) è difficile trovare a volte lo spazio per un film non “main-stream”, anche se comunque è molto conosciuto il regista “Cassavetes”, ha fatto anche una parte in Rosemary’s

      • Sì, ormai hai stuzzicato la bestia e mi sono persa nel tuo blog. Ho visto di Cassavetes, sono in attesa di vederlo questo film, ormai sono curiosa. Ho visto anche che sei molto impegnata, è un periodo di uscite, premiazioni… Tu lanciami l’amo quando hai un’idea, io sicuramente abbocco!

  3. Aderisci al movimento “meno stelline e più foto sotto la doccia !”.

  4. standing ovation!!!! 😉

  5. Quando stavo su Splinder,giusto a Natale,quando ancora il Natale mi faceva un qualch effetto,addobbavo con discrezione il mio blog,,,c’avevo messo pure una pecora virtuale.
    Ma credo che le persone che mettono tante cose nel blog,diano sfogo a un qualcosa che solo così possono esternare(forse)come chi riempie la casa di soprammobili vari.Io li detesto,soprattutto perchè devo rimuoverli tutti per splverare.E su questi pensieri,ti auguro una serena notte :0)))

    • Ah Kiara, condivido. Forse è un senso di tristezza che mi prende di fronte a quel tanto. Il Natale è l’eccezione fantastica, ma la solitudine femminile che percepisco mi intristisce e il rifugiarsi in un mondo d’infanzia mi spaventa. La mia opinione non fa verità, in ogni caso. Buon fine settimana ! 😆

  6. La Fanciullina che è in noi…
    Ma essere donne, usare i tacchi (amo le scarpe con tacco alto) truccare gli occhi, sono cose che adoro.
    Per quel che riguarda l’abbellire il blog come un albero di natale, hai ragione: in WordPress non ve ne sono tanti, sono altri i Blog che ospitano stelline, rose brillacchiose e altro. Beh, a ognuna la propria femminilità.
    Buona serata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: